A distanza! Stampa E-mail
Venerdì 17 Aprile 2009 12:30

Gli appuntamenti di Giovani Passi sono proseguiti in questi mesi e il gruppo di ragazzi, Osiensi e non, che ha preso parte all’iniziativa, ha avuto il piacere di ascoltare le parole di Andrea Ciocca che è intervenuto a Marzo.

Per chi non lo conoscesse, Andrea è un ragazzo di Osio Sotto da anni impegnato nel volontariato con l’associazione Sguazzi e che ha fatto già diverse esperienze in Africa (Sierra Leone, Darfur e ora Zimbabwe) come operatore umanitario per Medici Senza Frontiere.

Come è nello stile del gruppo, anche a lui è stato chiesto di raccontarci la sua esperienza partendo da una parola chiave che era DISTANZA: inutile dire che la sua testimonianza è stata preziosa per tutti noi giovani!

Andrea ci ha raccontato cosa rappresenta per lui questo termine, la portata emotiva che ha nelle sue esperienze:”quando si parte si lasciano famiglia, amici, lavoro e si va distanti geograficamente ma ci si porta dietro sé stessi, i valori in cui si crede e il proprio bagaglio esperienziale che serve per iniziare ogni nuova avventura…”.

Queste parole fanno sorgere diverse domande e curiosità: qualcuno chiede quale siano le reazioni al ritorno nel proprio paese d’origine, se il fatto di andare lontani sia legato ad un bisogno personale, quali sono i principi che stanno alla base di una organizzazione umanitaria di grande importanza sulla scena mondiale come Msf…

Chiaramente Andrea fa il possibile per raccontarci quanto gli chiediamo e gli spunti di riflessione che ci offre sono innumerevoli:”è necessario correre il rischio di mettersi in gioco: per entrare in relazione con le popolazioni che si incontrano ma anche per avere il coraggio di mettere in discussione la propria realtà una volta tornati a casa!”.

L’incontro si conclude con la sfida che ci viene lanciata di mantenere sempre uno sguardo critico che ci permetta di vincere paure e incertezze ma anche con una bella provocazione:”L’Africa è bellissima e molto differente al suo interno…è quasi un peccato stare qua e non vederla!”.

Dalla sfida ad avere sempre uno sguardo critico e a mettersi in gioco, ripartiamo nel mese di Aprile con un nuovo incontro di Giovani passi che ci vede ancora impegnati con la parola distanza che cercheremo di declinare ora attraverso le nostre personali esperienze.

Per chi ha già fatto viaggi all’estero il pensiero va subito alle distanze che ha incontrato, alle motivazioni che hanno spinto alla decisione di andare lontano a fare un’esperienza forte…qualcuno cercava tranquillità,voleva incontrare gente,incontrare Dio; qualcun altro ha voluto provare ad avvicinarsi a sé stesso allontanandosi dalla routine.

Una bella suggestione arriva da chi suggerisce un modo nuovo di avvicinarsi al prossimo:”Quando viaggio non lo faccio per colmare le distanze ma piuttosto per conoscerle. Bisogna essere capaci di mantenere le distanze nella diversità e questo si può fare attraverso la collaborazione…è troppo facile volerle eliminare per occidentalizzare tutti!”.

Ma come sappiamo tutti molto bene non è solo andando lontani che ci si trova a dover affrontare situazioni di distanza: può capitare a tutti ed ogni giorno di fare esperienza della distanza che può non essere solo fisica.

“E’ necessario creare occasioni che ci rendano disponibili a vivere un’attenzione alle distanze quotidianamente. Sono necessarie empatia e comprensione. Dobbiamo giocare nelle distanze, non rinunciarci ma sviluppare l’intelligenza creativa che ci permette di mantenere viva l’intenzione di realizzare qualcosa.”

Ovviamente parlando di distanza si chiama in causa anche un altro termine, molto importante, che è quello di diversità: si parla infatti di diversità culturali come ricchezze, di rispetto delle culture, di astensioni da giudizi affrettati, di disillusione rispetto ad alcuni stereotipi che ci creiamo.

Ma confrontarsi su tutto questo richiede molto più di un ritaglio di tempo,
quindi ci siamo dati appuntamento per il prossimo incontro di Giovani passi

09 MAGGIO ORE 17.00

ORATORIO OSIO SOTTO


Vi aspettiamo ancora numerosi per ascoltare le vostre esperienze e confrontarci
partendo dalla parola DIVERSITA’!

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Aprile 2009 12:36