Utale report from Michael 10-11-2008 Stampa E-mail
Mercoledì 04 Febbraio 2009 16:11

Da: Michael Nyang'ama

Ambasciatore residente - Insieme per il Malawi onlus


A: Carlo per Amici di Utale Malawi


CC:  Giuseppe Assolari-  Vice Presidente di Insieme per il Malawi ONLUS

 

Cc: Rev-Pagani Alessandro Vescovo Diocesi di Mangochi

 

Data: 10 Novembre, 2008


Oggetto: UTALE II lebbrosi comunità

 


Cari Giuseppe e Carlo,


Saluti da Malawi, vi scrivo per riferire su quanto trascorso l'8 novembre 2008. Abbiamo avuto l'incontro a Utale II. I presenti erano: Vescovo Pagani, Fr. Kachere, signor Kachala, signor Namakhwa e Michael Nyang'ama.


Osservazioni introduttive:


Fr. Kachere, il parroco, ha accolto tutti e ha sottolineato che l'obiettivo della riunione era quello di riferire al vescovo e vedere la strada da percorrere.


Che cosa è stato fatto finora:


Signor Kachala che è presidente della commissione sviluppo della comunità a Utale II ha riferito che i mattoni sono ora pronti per l'uso. La comunità ha stampato centomila mattoni in totale. Egli ha confermato che il lavoro è stato ben fatto, smentendo le dicerie che alcuni dei mattoni non sono stati bruciati. L'onorevole Kachala ha riferito che i sacchi di mais che sono stati inviati non pesavano 50kg come previsto. Il peso reale a sacco variava tra il 35 e 43 Kg. La comunità sta cercando giustizia attraverso il vescovo. In risposta Vescovo Pagani ha ringraziato la comunità per la partecipazione attiva, e il lavoro ben fatto. Per quanto riguarda la questione della loro ricompensa è stato detto che esamineranno e che la comunità dovrebbe avere l'esatta quantità di sacchi di mais in modo che possano essere rimborsati. Il vescovo Pagani ha ricordato al parroco di riferire immediatamente quando vi è una questione problematica al fine di garantire un buon funzionamento delle attività del progetto.

 

 


Casa del personale


E 'stato detto che la casa del personale, in particolare la  dove le suore servono i lebbrosi, è in cattivo stato. Vi è la necessità di ricostruire un'altra struttura per questa attività di vitale importanza. La storia ci ricorda che se non ci si cura delle persone con cui si lavora, ci sono alte probabilità che esse possano scegliere di lasciarvi. Il problema è vitale e le Suore hanno bisogno di una buona casa prima delle piogge. cosa facciamo? Dopo un periodo di discussione è stato convenuto che la delegazione si rivolgerà alla comunità per parlare della necessità e una possibilità è quella di utilizzare i mattoni stampati per costruire la struttura.  E’ stato previsto anche che a 34 membri della comunità verrà dato il lavoro di portare mattoni al sito di costruzione. Questa attività vuole consentire ai membri della comunità di ottenere soldi per comprare due sacchi a testa di fertilizzante sovvenzionato.  

 

Pozzo


Il Vescovo Pagani ha condiviso con la comunità che c’è una comunicazione in corso con "amici di Utale Malawi". Si è data informazione che CADECOM ha piani per scavare pozzi  nell’area di Utale. Sulla necessità della Casa del personale gli Amici di Utale Malawi hanno concordato di utilizzare i fondi destinati alla costruzione di un pozzo per la casa e una doppia cucina nella comunità dei lebbrosi. E poi prenderemo in considerazione di scavarne uno a Sekazawo. In questo incontro Sekazawo è stato considerato come il villaggio più bisognoso di acqua.

 


Mulino


Il presidente ha dimostrato la sua eccitazione quando questo argomento è stato oggetto di discussione. Egli ha dichiarato: "“A maize mill is development than building a prison to keep inmates”. Siamo felici e abbiamo accolto favorevolmente l'idea. Il parroco aspetta di ottenere un preventivo per questo sviluppo.

 

Note conclusive


I leader della comunità sono stati incoraggiati a condividere apertamente le loro speranze e le gioie. Sono stati inoltre assicurati che i problemi condivisi in questa riunione saranno affrontati. A ognuno è stato ricordato che le decisioni devono essere prese dopo un'ampia consultazione e informazione che deve essere tempestiva e chiara.


Saluti,

Michael Nyang'ama.

Ambasciatore residente per Insieme per il Malawi ONLUS