Malawi 2008
Siamo ai saluti Stampa E-mail
Martedì 14 Ottobre 2008 19:23

Eccoci alla fine...domani si parte dopo tre settimane eccezionali.

Quest'ultima settimana è volata via velocemente...Lunedi abbiamo visitato il parco nazionale mentre martediì siamo stati a Ntcheu. In questo villaggio fratello Costantino dopo aver costruito un asilo, stà realizzando una chiesa e la scuola primaria. Sia lui che suor Margherita ci hanno lasciato una testimonianza molto forte. "Se non credi in quello che fai lascia stare di farlo. Nella misura in cui credi fai e non rimarrai mai deluso". Tutti noi abbiamo creduto fortemente in questa esperienza...e di certo non torneremo delusi ma entusiasti.

Ieri abbiamo visitato il mercato di Balaka mentre oggi la tipografia monfortana della missione. 

Stasera è tempo di valigie...domani mattina si parte.

Ci vediamo presto...con tante cose da raccontarvi.

gli amici di Utale

 
Di ritorno dal Lago Stampa E-mail
Martedì 14 Ottobre 2008 19:22

Ciao...eccoci di ritorno da lago di Mangochi...potete vedere le foto...finalmente aggiornate...

Sono stati dei giorni davvero belli.

Mercoledì mattina siamo partiti per Mangochi per visitare le carceri. I prigionieri ci hanno accolto con dei canti e con dei balli eccezionali per ringraziarci di quello che abbiam portato loro. Le prigioni sono diverse dalle nostre, non esistono dei muri di cinta e i prigionieri escono tranquillamente per strada. D'altronde la maggior parte di loro è in carcere solo per aver rubato un pollo...o per cose simili. Nel pomeriggio siamo arrivati alla nostra nuova casa al lago, da Bambo Santino.

Giovedi mattina abbiamo visitato Utawalesa Farm, un centro dove gli abitanti del posto lavorano il legno, coltivano il grano e preparano il pane.

Venerdi siamo stati al villaggio di Nkhudzi Bay. Qui l'associazione "Insieme per il Malawi" ha avviato un progetto che interessa le donne, comprando loro 15 macchine da cucire e organizzando dei corsi di cucito. In questo modo le donne possono realizzare e vendere degli abiti ed utilizzare una parte del ricavato per finanziare il laboratorio di cucito. Abbiamo poi partecipato ad una riunione per avviare la seconda parte del progetto, ovvero la costruzione di un asilo. Grazie a questo asilo le donne disporranno di più tempo per lavorare mentre i bambini potranno avere un'istruzione migliore.

Sabato invece siamo stati a Mua, per vedere una festa locale dove ogni villaggio presentava alcuni balli ed alcuni canti popolari.

Infine oggi, prima di tornare al campo base siamo stati all'Alleluya Centre. Qui Rita ha costruito un orfanotrofio e stà realizzando delle case dove questi bambini potranno vivere quando diventeranno più grandi. In questo modo i bambini possono essere salvati dall'abbandono e quando saranno sufficientemente grandi da lasciare l'orfanotrofio potranno contare su di un appoggio che gli permetta di frequentare le scuole.

 

 

Domani inizia l'ultima settimana...a presto

Gli amici di Utale

 
Utale 2...il resoconto Stampa E-mail
Martedì 14 Ottobre 2008 19:22
Eccoci di ritorno da Utale 2.
L'esperienza è stata fantastica...di quelle che lasciano il segno.
Siamo arrivati ad Utale 2 nel tardo pomeriggio di mercoledì e ci siamo sistemati nella nuova casa. La prima cena ha messo subito in evidenza i problemi della nostra cucina: per far bollire un pentola d'acqua ci sono volute 2 ore. Dal giorno dopo siamo passati al fuoco acceso in terra...da veri africani...come potete vedere.
 
La pasta sul fuoco
 
Il caffè sul fuoco
 
 
Giovedi abbiamo visitato per la prima volta il lebbrosario ed abbiamo portato delle coperte, del riso ed un pentolone ai lebbrosi. La loro accoglienza è stata forte e cosi anche il loro modo di ringraziarci. I video mostrano il momento della consegna delle coperte e il discorso di ringraziamento del capovillaggio.
 
 
 
Nel pomeriggio abbiamo incontrato il parroco di Utale 2 per discutere dei problemi più importanti dei villaggi. Questo ci è servito per cercare di capire verso quali orrizzonti orientare i prossimi progetti.
 
Il venerdi abbiamo assistito ai matrimoni locali e nel pomerigio abbiamo visitato un villaggio e l'ospedale. Che dire...se fossimo in Italia non lo chiameremmo certo in questo modo...ma qui ci può stare.
 
Sabato mattina abbiamo incotrato di nuovo il parroco, accompagnato dal capo dei capivillaggio e dal responsabile dell'ospedale. Ancora una volta abbiamo cercato di far emergere le emergenze più importanti. Ecco. da quanto siamo riusciti a capire con non poca fatica, quello che servirebbe:
  • 3 degli 11 villaggi e l'ospedale sono sprovvisti della pompa che fornisce l'acqua da bere e da utilizzare per la cucina.
  • sarebbe utile avere un sistema di pompe che permetta di prendere l'acqua dal fiume ed utilizzarla per l'agricoltura. In questo modo si potrebbero aumentare il numero dei raccolti.
  • L'ospedale ha bisogno di medicine o di fondi per comprarle.
  • Il lebbrosario riceve dalla diocesi 20 sacchi di grano al mese. Ne servirebbero un centinaio da tenere di scorta.
 
Ieri abbiamo pranzato nel villaggio dei lebbrosi portando loro 3 capretti e delle verdure. Il capovillaggio e il parroco hanno ringraziato noi e tutte le persone che da casa hanno sostenuto il progetto invitandoci a tornare nuovamente.
La costruzione della cucina procede e i lavori stanno giungendo al termine.
 
Utale01
 
 
Il tramonto

 
Per ora è tutto...a presto
gli amici di Utale
Ultimo aggiornamento Martedì 14 Ottobre 2008 19:35
 
Prossimi alla partenza Stampa E-mail
Martedì 14 Ottobre 2008 19:21

Eccoci nuovamente,

è ufficiale, oggi si parte. Silvia Giorgia e Giovanni ora sono già ad Utale 2 mentre noi altri stiamo per partire per raggiungerli. 

La non saremo provvisti della connessione, quindi fino a lunedi, quando tornerem, non potremmo aggiornare il sito.

Ciao

gli amici di Utale

 
Oggi si parte per Utale...forse Stampa E-mail
Martedì 14 Ottobre 2008 19:20

Eccoci di nuovo qui a raccontarvi come passiamo le giornate. Abbiamo aggiunto nuove foto e un nuovo sondaggio.

Ieri è stata una giornata di grandi lavori!! La mattina abbiamo smistato il materiale arrivato dall'Italia e lo abbiamo consegnato alle varie associazioni presenti nel villaggio. Nel pomeriggio invece abbiamo svuotato un magazzino riordinando tutti gli scatoloni in un container.

La sera, verso le 7, sono arrivati due nuovi compagni di viaggio: il Beppe e la Nella e soprattutto, dopo una giornata di attesa dal meccanico, è arrivata la macchina che ci porterà in giro in questi giorni.

Stamattina abbiamo ancora un po' di lavoretti da fare qui alla missione di Balaka e nel pomeriggio, se tutto è pronto dovremmo trasferirci a Utale 2. 

Nonostante le fatiche del lavoro ci stiamo divertendo, anche perchè sappiamo che questi lavori saranno di aiuto a chi ha bisogno di una mano. Insomma, stiamo tutti bene e non abbiamo ancora deciso di scappare a casa.

A presto per i prossimi aggiornamenti,

gli amici di Utale.

 

Orme
 
 
 
 
Ultimo aggiornamento Martedì 14 Ottobre 2008 19:36
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 Successivo > Fine >>

Pagina 1 di 2